Siracusa

08.06.2016 10:50

Rivista Comune di Siracusa

I MILLE FREMITI DELLA CAPITALE DELLA MAGNA GRECIA

Una terrazza su roccia calcarea circondata interamente dal mare che in oltre tremila anni ha visto succedersi e stratificarsi le maggiori civiltà del Mediterraneo. Per Cicerone la città, oggi Patrimonio dell’Umanità, era la più bella città del mondo occidentale.

 

 

Chiudete gli occhi, ascoltate il rumore delle onde e inebriatevi del profumo del mare, a destra e sinistra il respiro lungo della storia: siete al centro della Magna Grecia. Oggi Siracusaè forse la metafora più riuscita del passaggio dei secoli in Sicilia.
In una posizione felicissima e dotata di un magnifico porto naturale meta di arrivo di regate internazionali, è divisa tra una parte vecchia, Ortigia, e una parte nuova di recente espansione che ha inglobato parte del ricchissimo patrimonio archeologico dell’antica città.
Visitare Ortigia significa accedere all’anima di Siracusa: un lungo viaggio in appena un chilometro quadrato tra templi greci e chiese cristiane, palazzi svevi, aragonesi e barocchi, cortili, vicoli arabi, botteghe, modeste abitazioni e grandi edifici pubblici. Belle piazze. Un quartiere ebraico e la sinagoga trasformata in chiesa cattolica. Strade animate e vicoli solitari. Case abbandonate e alberghi storici riaperti. La Fonte Aretusa, con i suoi papiri dove il mito vuole che si unirono in acqua la ninfa Aretusa ed Artemide trasformatosi in fiume.

 

 

Ristoranti, caffè, librerie e negozi. La Galleria Regionale con opere di Antonello da Messina e Caravaggio. L’Istituto del Dramma Antico. Un sorprendente Museo del Cinema. Quasi ovunque una peculiare impronta barocca creata dalla ricostruzione settecentesca dopo il terremoto del 1693 e, già dal secolo precedente, dall’opera dei Vermexio, famiglia illustre di architetti siracusani.
Difficile riassumere la ricchezza monumentale, la bellezza, la vivacità e la malinconia di Ortigia. Comunque si percorra – secondo itinerari o affidandosi al piacere della scoperta – s’incontrerà sempre il mare e la sua esaltazione. Con il castello Maniace, elegante ed intrigante, voluto da Federico II di Svezia, il grande porto bellissimo al tramonto, il mercato, gli odori per le strade, le vetrine degli antiquari, i menù di pesce dei ristoranti. Ogni cosa riporta al mare. E al rapporto col mare – più o meno intensamente vissuto dell’antichità ad oggi – la città vecchia deve il suo fascino e la sua ricca storia ma anche il suo futuro. 

Puglia

Vendemmia in Puglia 2017

12.11.2017 18:06
Vendemmia in Puglia, quella del 2017 la più povera negli ultimi 70 anni Appese le forbici ed i secchi al chiodo, è l’ora dei bilanci per la vendemmia appena conclusasi in Puglia. I dati, stando a quanto riferiscono gli addetti ai lavori, non sarebbero per nulla confortanti. Si registra,...

Xylella in Puglia

01.11.2017 18:35
Xylella, da Bruxelles c’è l’OK: SI al reimpianto di ulivi in Puglia   Presto sarà finalmente possibile rilanciare l’olivicoltura salentina: l’Unione Europea ha infatti, in questi giorni, dato il consenso a che si possano reimpiantare specie di ulivo differenti da quelle colpite dal...

Il Salento si racconta a Milano

21.10.2017 17:32
Comunicato stampa  Il prossimo 21 ottobre a Milano un nuovo evento targato ICS in collaborazione con l’ARP (Associazione Regionale Pugliesi) di Milano e Confindustria Lecce   Associazione Regionale Pugliesi      Istituto Cultura...

Esodo dei giovani - Puglia in pole position

07.10.2017 17:35
 A rivelarlo sono i dati del Registro degli italiani residenti all’estero Aumenta l’emigrazione dei giovani che, sempre più numerosi, lasciano la Penisola diretti all’estero, in cerca di maggiori rassicurazioni lavorative che diano loro qualche speranza in più per immaginare il loro futuro un...

Speciale Puglia e Dieta mediterranea

06.06.2016 18:37
 Nello scrigno dei tesori di Puglia si custodisce, da sempre, un patrimonio ineguagliabile di sapori e tipicità. Eredità di un passato forgiato sulle note abilità degli agricoltori pugliesi e su un mix unico fatto di clima, biodiversità e culture antichissime, questo scrigno rappresenta oggi...